Riccardo Sciaky

Riccardo Sciaky

L’anima Gestalt della SIBiG

Filosofia e psicologia,

un’unica grande passione

Ricc_068sito2
Nato il 12 marzo 1957 a Milano, dove vive e lavora. Sposato, ha un figlio di undici anni.

In dubbio tra due grandi passioni, la psicologia e le scienze naturali, dopo il liceo si è iscritto a filosofia all’Università degli Studi di Milano, seguendo un piano di studi incentrato sulla psicologia, e nel 1979 si è laureato con una tesi in psicologia per poi iscriversi alla scuola di specializzazione universitaria in psicologia, studiando con personaggi di altissima levatura intellettuale e scientifica come Musatti, Fornari, Funari, Scaparro, Charmet.

Ha poi proseguito la collaborazione con l’Istituto di Psicologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia, allora diretto da Marcello Cesa-Bianchi, e dopo alcuni anni ha vinto una borsa di formazione professionale del CNR, proseguendo grazie a quella la collaborazione con l’università, dove è poi stato assunto.

Mentre all’università si è occupato prevalentemente di ricerca di base in psicologia, il suo interesse per la clinica proseguiva al di fuori; iscrittosi alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt presso il CSTG (Centro Studi di Terapia della Gestalt), diretto da Riccardo Zerbetto, ha ottenuto il diploma di terapeuta della Gestalt e ha poi seguito un corso di ipnosi clinica e medica. Iscritto all’Ordine degli Psicologi della Regione Lombardia con il n. 1029 fin dall’istituzione dell’Albo (legge n° 56 del 18 febbraio 1989) e abilitato all’esercizio della psicoterapia, esercita come psicoterapeuta. Supervisor Trainer AssoCounseling (reg. A0159-2010).

Attualmente lavora come Ricercatore confermato presso la Sezione di Psicologia del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biomediche, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, dove si è trovato a tenere corsi per diverse figure professionali, come futuri medici, podologi, ortottisti, igienisti dentali, ognuna delle quali gli ha dato feedback differenti e interessanti. Potersi confrontare con specialisti di diverse parti del corpo ha sempre costituito un motivo di arricchimento teorico e pratico per la sua professione.

Credendo profondamente in una visione olistica dell’essere umano e nell’importanza di un approccio globale alla persona, da un punto di vista cognitivo, emotivo e corporeo, nel 2005 ha voluto creare all’interno del CSTG, dove già insegnava presso i corsi di Psicoterapia e Counseling, un nuovo corso di formazione in counseling a indirizzo gestaltico-bioenergetico, che consentisse di unire armonicamente i due orientamenti già di per sé complementari.

Frutto di questa esperienza, svolta insieme ad Alessandra Callegari, è appunto la nuova Scuola Italiana di BioGestalt® da loro fondata nel gennaio 2013.